sabato 18 gennaio 2014

Le streghe di Berwick

Giacomo I e le streghe di Berwich

Donne uguale streghe. Giacomo I Stuart non aveva molti dubbi al riguardo quando scrisse il Daemonologie nel 1597.
L'episodio più citato è sicuramente quello delle streghe di Berwick.

Daemonologie

La storia è questa: il Re si convinse che una terribile tempesta scoppiata nel Mare del Nord e che aveva messo a repentaglio la sua vita e quella della sua consorte la regina Anna di Danimarca era stata causata da un gruppo di streghe ingaggiate dal Conte di Bothwell.
Ne nacque una delle più grandi persecuzioni della storia.
Centinaia di donne furono arrestate nel North Berwick con l'accusa di stregoneria.
Inutile dire che ci furono molte confessioni, strappate con i più orrendi metodi di tortura.
Lo stesso Re Giacomo presenziò al processo con l'accusata numero 1 Agnes Sampson.
La donna fu sottoposta ad atroci torture e infine confessò riti satanici svolti nel cimitero, rapporti con il diavolo e altri rituali svolti presso la cattedrale.


Per l'esattezza furono ben cinquantatre i capi d'accusa di stregoneria per la Sampson che li ammise tutti.
La fine delle sue sofferenze fu la morte, fu infatti strangolata e poi bruciata viva.
La caccia alle strghe alla fine del 1500 portò alla persecuzione e all'uccisione di un numero di donne che gli studiosi stimano nell'ordine di tremila.
Una vera e propria carneficina.

1 commento: