martedì 13 settembre 2011

La Storia è maestra di vita? O sono gli uomini a essere perversi?



Historia magistra vitae.


E' Cicerone che ci ha lasciato questa massima, ma essa ci dice la verità?

Atrraverso la conoscenza del passato, gli uomini dovrebbero essere in grado, di sapere in anticipo le evoluzioni di determinate situazioni.

Si dovrebbero conoscere, quindi i prodromi di una dittatura o quelli di un disastro economico.

Si potrebbero trovare soluzioni pacifiche ai conflitti, si potrebbero evitare guerre, stragi e spargimenti di sangue.

Tutto questo, però non accade, eppure la storia è là che ci ammonisce come se fosse una severa coscienza.

Allora se si conosce in anticipo dove si sta andando, se siamo consci di trovarci in una strada senza uscita che cos'è che ci fa andare avanti, cosa impedisce il cambiamento?

La mia risposta è una e sola: la perversione umana.

L'uomo comprende benissimo se la sua linea di condotta è malvagia, ma non si ferma; una sottile forza lo spinge verso il baratro, anche se l'intelletto e anche la storia lo ammoniscono a non farlo.

L'uomo sbaglia, sapendo di sbagliare e scegliendo di sbagliare!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...